Storie di famiglia: il treno del milite ignoto

di Giorgio Davi. Sono nato nel 1943 in un posto di campagna, tanta terra e poche case lontane dal paese. Nelle lunghe sere d’inverno dell’era pre-televisione ci si riuniva con i vicini per fare “filò”, che non erano chiacchiere, ma un modo per ognuno di essere attore e spettatore allo stesso tempo; talvolta si creavano momenti suggestivi. In una di queste occasioni ascoltai i vecchi … Continua a leggere Storie di famiglia: il treno del milite ignoto

Storie di uomini. La parabola di un bersagliere: Giulio Giordani

di Andrea Spicciarelli. La strumentalizzazione della Grande guerra e dei suoi reduci da parte del movimento, e poi partito, fascista cominciò fin dai primi anni Venti, coinvolgendo anche figure che con esso non avrebbero avuto nulla a che spartire. È questo il caso di Giulio Giordani, mutilato di guerra e poi consigliere comunale di minoranza, rimasto ucciso il 21 novembre 1920 durante la strage di … Continua a leggere Storie di uomini. La parabola di un bersagliere: Giulio Giordani

Arditi delinquenti e protofascisti? Uno stereotipo duro a morire

Di Giacomo Bollini. Il 2018 volge al termine e con esso termina anche l’ultimo anno del centenario della Grande Guerra. Tirare le somme di questo centenario è un’operazione complessa che necessiterebbe più di queste poche righe. Che molti addetti ai lavori ritengano questo centenario, almeno per quanto riguarda l’Italia, un’occasione mancata è noto ed è opinione assai diffusa. Pochi giorni fa, purtroppo, nella trasmissione televisiva … Continua a leggere Arditi delinquenti e protofascisti? Uno stereotipo duro a morire

Storie di famiglia: mio nonno Stefano Suzzi

di Paola Fantazzini. Il 22 aprile del 2016 salimmo tutti a San Luca, come fanno nelle occasioni importanti i bolognesi, un po’ per tradizione, un po’ per fede. Eravamo parecchi, in tutto tre generazioni, discendenti di quel giovane uomo caduto a 25 anni a Monfalcone, il 22 aprile del 1916, vigilia di Pasqua, proprio cento anni prima. Non ho mai conosciuto mio nonno, Stefano Suzzi; … Continua a leggere Storie di famiglia: mio nonno Stefano Suzzi

Storie di famiglia: il cugino di mio nonno, Mario Bertelli

di Gian Paolo Bertelli. La ricerca su un parente caduto nella Grande Guerra può partire anche da una ricerca genealogica, nel mio caso quando una ventina d’anni fa iniziai ad occuparmene. Consultando le schedine anagrafiche del censimento del 1861, mi accorsi che di alcuni appartenenti alla mia famiglia non c’era traccia nel censimento del 1921. Da una ricerca più mirata trovai la soluzione: ben cinque … Continua a leggere Storie di famiglia: il cugino di mio nonno, Mario Bertelli

La pinza tagliareticolati Malfatti

di Fabrizio Pini Avevamo deciso di battere con i metaldetector una zona “anomala”. La prima linea Italiana era molto lontana, i baraccamenti radi, sembravano più dei depositi, un crocevia vicino alla strada provinciale, dove speravamo che i soldati in ritirata dopo la rotta di caporetto avessero gettato o abbandonato equipaggiamento per alleggerirsi e fuggire più velocemente. Eravamo i soliti tre appassionati che prima di cercare … Continua a leggere La pinza tagliareticolati Malfatti

Storie di uomini: la storia dimenticata di Livio Gardenghi da Castel Guelfo, uno degli uomini del tunnel di Baruzzi

di Giacomo Bollini La Grande Guerra è comunemente conosciuta come una guerra di posizione e di trincea, con le truppe inchiodate sui campi di battaglia in schieramenti rigidi, fissi, protette da linee su linee di opere trincerate e fortificate difficili da espugnare in cui la difesa aveva spesso la meglio sull’offesa. Le armi automatiche dominavano il campo di battaglia e non c’era alternativa, per ora, … Continua a leggere Storie di uomini: la storia dimenticata di Livio Gardenghi da Castel Guelfo, uno degli uomini del tunnel di Baruzzi

Storie di uomini: Athos Casarini, dalle gallerie d’arte di New York al fango delle trincee

Fra le migliaia di caduti bolognesi della Grande Guerra  si cela un personaggio che oggi sarebbe senz’altro annoverato fra i “vip” cittadini, un uomo dal nome famoso, allora forse ancora più di oggi. Si tratta di Athos Casarini, uno dei maggiori rappresentanti del movimento pittorico futurista di inizio secolo. La sua fame era tale che la sua permanenza nella natia Bologna, dove aveva visto la … Continua a leggere Storie di uomini: Athos Casarini, dalle gallerie d’arte di New York al fango delle trincee

I prigionieri austro-ungarici nei lavori della grande bonifica renana

di Sanzio Campanini e Paolo Antolini. Nel Maggio del 1916 , dopo un anno di guerra , si pose il problema di come impiegare i prigionieri provenienti dai fronti del Carso degli Altipiani e del Trentino ; la risposta quasi scontata fu di utilizzare le loro braccia per i lavori agricoli e industriali ; naturalmente ci si preoccupò di non andare contro le organizzazioni dei … Continua a leggere I prigionieri austro-ungarici nei lavori della grande bonifica renana

Storie di famiglia: mio prozio Irzio Zanotti

di Marco Ragazzini Raccontare la storia del prozio Irzio in modo chiaro e distaccato non è facile per noi, suoi pronipoti, perché lui è sempre stato l’eroe di famiglia, l’esempio per tutti noi, tanto puro quanto difficile da emulare. Anche il suo stesso nome nella nostra famiglia ha un valore particolare, Suo fratello minore Nevio, mio nonno, in suo ricordo, chiamò Irzio il suo primogenito … Continua a leggere Storie di famiglia: mio prozio Irzio Zanotti