Storie di famiglia: mio nonno Pio Fava. Colloquio con Luigi Fava

di Claudio Cavallieri. Luigi, tuo nonno Pio Fava di che classe era, che lavoro faceva e dove era stato mandato in guerra? Mio nonno era del 1890, di lavoro faceva il bracciante che seguiva la rendicontazione, fu richiamato l’11 maggio 1916 e come risulta dal diario, inizialmente fu inviato nel fronte del Carso. Il suo diario con la scritta PAX in copertina e presentato in … Continua a leggere Storie di famiglia: mio nonno Pio Fava. Colloquio con Luigi Fava

Sabato 20 ottobre: coro Cai, canti di guerra in tempo di pace

Cari amici e soci di Emilia Romagna al fronte Siete tutti invitati a partecipare alla serata con il coro CAI, canti di guerra in tempo di pace, sabato 20 ottobre presso la sala Falcone Borsellino in via Battindarno 123 ore 20.30. Vi aspettiamo numerosi! Continua a leggere Sabato 20 ottobre: coro Cai, canti di guerra in tempo di pace

14 ottobre: Gita sul Carso di Redipuglia

L’associazione Emilia Romagna al fronte organizza la gita annuale il 14 ottobre 2018 sul Carso di Redipuglia aperta a soci, amici e sostenitori. Il programma prevede: Ritrovo 6,15 Parcheggio della Certosa di Bologna  Ore 6,30: Partenza pullman con sosta a Ferrara ore 7.30  Ore 10,30: Sosta a Poggio Terza Armata con deposizione corona alla lapide in memoria di Guido Maoli, il Pellegrino del … Continua a leggere 14 ottobre: Gita sul Carso di Redipuglia

Mario Furoni e Luigi Rava, i reduci emiliano-romagnoli più longevi

  Oggi giorno, è lapalissiano, non ci sono più reduci della Grande Guerra viventi. Al 90esimo anniversario della fine del conflitto, secondo un’indagine svolta a fine ottobre 2008 erano sette i reduci della prima guerra mondiale ancora in vita, in tutto il mondo. Tra loro c’era anche una donna, Gladys Power, canadese, che nel 2008 aveva 109 anni: GRAN BRETAGNA – Henry Allingham, 111 anni, … Continua a leggere Mario Furoni e Luigi Rava, i reduci emiliano-romagnoli più longevi

Qualcuno trovi il capitano Alfonso Pessarelli!

di Giacomo Bollini e Francesco Quaglio Qualcuno trovi il capitano Pessarelli! Così titolava ormai 5 anni fa un post in un noto forum di discussione online Francesco Quaglio, nostro socio. Unico scopo della discussione era quello di ritrovare notizie di Alfonso Pessarelli, giovane capitano dei bombardieri, originario di Bologna, dato per disperso durante la battaglia del Solstizio sul Montello. Andando con ordine. Ad attirare l’attenzione … Continua a leggere Qualcuno trovi il capitano Alfonso Pessarelli!

Storie di famiglia: mio padre Giuseppe Alvisi

Condividiamo la storia che il nostro socio Domenico ha pubblicato sulla nostra  pagina facebook: mio padre Giuseppe Alvisi Mio padre Alvisi Giuseppe era nato il 28 gennaio 1892 a Casola Valsenio, piccolo paese romagnolo a pochi chilometri dal confine con la Toscana. Era figlio di Domenico Alvisi, possidente, come venivano chiamati a quei tempi i proprietari terrieri. Mio nonno, infatti, possedeva nove poderi. Terminata la quarta, … Continua a leggere Storie di famiglia: mio padre Giuseppe Alvisi

Cento anni dalla morte di Giacomo Pallotti, medaglia d’oro bolognese

A vederlo oggi, passeggiando lungo la carrareccia che porta da Malga Fratte porta al cuore del gruppo delle Melette, sull’altopiano di Asiago, il monte Badenecche appare davvero un placido colle, dalla superficie anche molto ridotta… A selletta Baratono (così intitolata in ricordo del Maggiore Giuseppe Baratono, comandante del battaglione di alpini Val Dora) viene voglia di tirare fuori un telo, stendersi, fare un picnic. Il … Continua a leggere Cento anni dalla morte di Giacomo Pallotti, medaglia d’oro bolognese